Gravidanza: Quali sono i sintomi iniziali e come l’osteopatia può aiutare per un parto naturale.

La gravidanza è un momento molto delicato per la donna sotto molteplici punti di vista.
In questo articolo parleremo di quali sono i sintomi che ci fanno pensare ad una gravidanza, di come l’osteopatia può aiutare la donna a ridurre ed eliminare i dolori che possono presentarsi durante la dolce attesa, fino ad accompagnarla verso il parto naturale.

Lo stato di gestazione è un momento che coinvolge tutto l’organismo della donna: il corpo infatti si adatta sin dal concepimento ad accogliere il bebè durante tutte le sue fasi di crescita. Tra i primi sintomi che indicano la gravidanza vi sono la mancanza di mestruazioni (specialmente se si tratta di una donna con ciclo regolare e che ha avuto rapporti durante il periodo fertile), la comparsa di nausea e/o vomito, cambiamenti del gusto/dell’appetito, percezione più marcata degli odori e a volte, sin dalle prime settimane di gravidanza, può essere riportata leucorrea (secrezioni vaginali anche abbondanti).

La crescita progressiva del bimbo e quindi l’aumento delle dimensioni della pancia, induce cambiamenti anche dal punto di vista posturale.
La fisiologica lordosi lombare si accentua (divenendo iperlordosi), si ha un aumento della cifosi dorsale ed anche il tratto cervicale attua degli adattamenti al cambio posturale in atto.
Questi cambiamenti accompagnano la donna in tutta la gravidanza, quindi è facile che la neo mamma vada incontro a tensioni muscolari e ad alterazioni di mobilità dei distretti rachidei con conseguente sintomatologia, tra cui:

  • Difficoltà respiratorie, sensazione di respiro corto, di mancanza d’aria
  • Reflusso gastrico
  • Difficoltà digestive
  • Lombalgia
  • Cervicalgia
  • Mal di testa
  • Dolore/problematiche circolatorie agli arti inferiori
  • Sciatalgia
  • Dolore lungo l’arto inferiore
  • Dolore sacro e sul gluteo
  • Infezioni tratto urinario
  • Nausea
  • Vomito
  • Dispaurenia (dolore durante il rapporto sessuale)

Osteopatia e Gravidanza: può essere d’aiuto?

Durante la prima visita con la futura mamma che si presenta in studio da me, per prima cosa effettuo un colloquio dettagliato per capire come sta procedendo la gravidanza, escludere possibili controindicazioni al trattamento e capire quali sono i dolori/fasti di cui soffre.
Una volta terminato il colloquio preliminare, eseguo sin dalla prima visita il trattamento caratterizzato dall’esecuzione di test specifici (per individuare le strutture che generano il dolore ed identificare le aree da trattare) e di tecniche manuali molto dolci ed indolori, effettuate in completa sicurezza sia per la mamma che per il bambino/a.

Il trattamento sarà volto ad individuare i distretti della colonna vertebrale con alterata mobilità, identificare le strutture che risultano essere disfunzionali e coinvolte nella generazione del dolore/fastidio riportato dalla paziente e al ripristino della corretta mobilità e funzionalità di tutti i distretti corporei.

Durante le visite che eseguo, in particolare con le donne nell’ultimo trimestre di gravidanza, mi pongo come obiettivo anche quello di portare la donna al momento del parto in condizioni fisiche ottimali.
Nel momento del parto, infatti, una buona mobilità del bacino e del diaframma risultano essere elementi importanti per assecondare la fuoriuscita del bambino ed il parto stesso.

Una buona mobilità del bacino intesa come mobilità tra le ossa che lo compongono, evitare la creazione di tensioni legamentose e muscolari, è molto importante per facilitare la fuoriuscita del bimbo dal canale del parto, permettere alla donna di poter eseguire delle spinte efficaci durante la fase espulsiva e favorire (salvo complicazioni) un parto naturale in condizioni ottimali.

Osteopatia in gravidanza: Ci sono delle controindicazioni?

La controindicazione al trattamento osteopatico durante la gravidanza può essere l’osteopata stesso. Personalmente consiglio di informarsi riguardo la persona che si ha intenzione di contattare per effettuare i trattamenti. A tal proposito ci sono diversi registri ed associazioni che raccolgono osteopati abilitati alla professione. Personalmente sono iscritta alla Federazione Sindacale Italiana Osteopati (Fe.S.I.Os), associazione che rappresenta osteopati che hanno effettuato il percorso accademico quinquennale e che possiedono anche titoli esteri.

About Osteopata Federica Testoni

Osteopata Federica Testoni, diplomata in Osteopatia presso Icom College of Osteopathic medicine, Master of science presso Nescot College, University of Surrey (Uk). Libera professionista ed assistente alla docenza presso Icom College. Iscritta alla Federazione Sindacale Italiana Osteopati (Fe.S.I.Os)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.