Cervicale infiammata: sintomi e rimedi della cervicalgia

cervicalgia sintomi e cure

Il dolore cervicale (cervicalgia) è un disturbo che interessa il collo e che spesso può coinvolgere altri distretti come le spalle, le braccia ed accompagnarsi anche a mal di testa.

Le cause che possono indurre cervicalgia sono varie, tra cui:

  • Discopatie cervicali (protrusione, ernia cervicale)
  • Stiramenti/contratture della muscolatura
  • Trigger point muscolari
  • Alterazioni posturali
  • Traumi pregressi
  • Colpi di frusta
  • Artrosi
  • Problematiche occlusali
  • ecc.

I sintomi più comuni sono dolore localizzato, difficoltà e rigidità del movimento del capo e talvolta degli arti superiori, vertigini, sensazione di instabilità (riferita spesso come sensazione di essere in barca), mal di testa, nausea e, a volte, alterazioni dell’udito (come ronzii e/o fischi).

Quale può essere la cura ed i rimedi per il dolore cervicale?

Nella mia pratica professionale ho ottenuto un buon riscontro riguardo la riduzione del dolore e della sintomatologia associata a cervicalgia.
Dopo un’attenta raccolta dati del paziente, aver compreso quali sono le cause dell’ insorgenza del dolore ed aver elaborato un piano di trattamento adatto per la persona (sia da un punto di vista di frequenza delle sedute, sia per quanto concerne la scelta delle tecniche più adatte per il paziente), generalmente consiglio degli accorgimenti quotidiani e dei piccoli esercizi (che non richiedano un grosso impegno di tempo e che possano essere svolti in completa autonomia e senza dolore) al fine di contribuire al trattamento effettuato e/o prevenire l’insorgenza di questa condizione dolorosa.

Gli accorgimenti a cui accennavo sono facilmente eseguibili in quanto spesso, durante le attività quotidiane, si assumono posizioni non corrette e che gravano sul tratto cervicale per tutta la giornata. È consigliabile, ad esempio per chi ha una mansione che prevede molte ore seduti alla scrivania, cercare di mantenere una postura corretta sulla sedia, prediligere il posizionamento del monitor del computer davanti a noi ed evitare di tenerlo lateralmente, evitare di sollevare pesi e di fare sforzi che gravino sul tratto cervicale.

L’osteopatia si è dimostrata un ottimo alleato per ridurre notevolmente il dolore nel tratto cervicale.
Le tecniche che eseguo durante i miei trattamenti osteopatici sono volte a ridare una corretta mobilità, elasticità e funzionalità delle strutture coinvolge nella generazione e nel mantenimento del dolore.

Tecniche di rilasciamento muscolare, tecniche articolatorie per ridare mobilità alle articolazioni che non presentano più un corretto e buon movimento, manipolazioni del tratto cervicale e tecniche fasciali sono alcune delle tecniche di cui mi avvalgo per i pazienti che riportano cervicalgia. La scelta delle tecniche da eseguire verrà fatta in base alle caratteristiche di ogni paziente e saranno volte ad essere il più efficaci possibili con l’obiettivo di portare il paziente verso lo stato di Salute e di non dolore.

È bene ricordare che l’approccio osteopatico è di tipo causale: si va a ricercare la causa scatenante il dolore, si corregge e si va a lavorare sulle varie reazioni/adattamenti che il corpo, nella sua globalità, ha instaurato. In questo modo durante i miei trattamenti vado a ricercare l’origine che ha scatenato tale dolore ed, effettuando le correzioni del caso, porto il paziente verso lo stato di salute che si traduce nella riduzione della sintomatologia.

Quante sedute servono?

Definire a priori quante sedute siano necessarie per la remissione della sintomatologia è una valutazione ardua. Il numero e la frequenza delle sedute varia da caso a caso.
Si può fare una valutazione indicativa delle sedute necessarie in base alla sintomatologia riferita dal paziente e dalla capacità del corpo di rispondere al trattamento.
A ogni visita chiedo al paziente se ha notato/riscontrato dei cambiamenti riguardo la frequenza e l’intensità del dolore e/o della sintomatologia associata, se riesce ad eseguire dei movimenti o delle attività che prima delle sedute non riusciva a compire ecc. Queste domande permettono sia a me sia al paziente di valutare se il piano di trattamento risulta essere vincente per il paziente in breve tempo.

About Osteopata Federica Testoni

Osteopata Federica Testoni, diplomata in Osteopatia presso Icom College of Osteopathic medicine, Master of science presso Nescot College, University of Surrey (Uk). Libera professionista ed assistente alla docenza presso Icom College. Iscritta alla Federazione Sindacale Italiana Osteopati (Fe.S.I.Os)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.